top of page

L'importanza del nome

Cosa vi ha spinto a scegliere il nome che avete dato ai vostri figli?


Noi abbiamo pensato che il nome fosse una cosa importante: è il biglietto da visita con cui ci si presenta agli altri e che, in alcuni casi, può contribuire a determinare una prima impressione positiva. Per questo, abbiamo scelto una coppia di nomi per la nostra bambina che rappresentano ciò che le auguriamo: il primo è Gaia, perché vorremmo che fosse sempre felice, il secondo è Sole, perché speriamo che con la sua felicità possa illuminare tutti quelli che le stanno intorno.




Poi io di figlio ne ho un altro, concepito nei miei pensieri già da qualche anno, ma venuto al mondo da appena due mesi: L’ABbraccio. Così come per Gaia Sole, anche il nome “L’ABbraccio” porta con sé quello che io vorrei che diventasse. Un abbraccio è un gesto accogliente e confortante, che si riceve da una persona sulla quale si può contare, che qualunque cosa succeda, lei c’è sempre; è un luogo dove vai quando vuoi che tutto vada meglio, quando senti di aver bisogno di chiarirti le idee.



L’ABbraccio è proprio questo per le famiglie italofone all’estero: uno spazio accogliente dove ci si possa sentire ascoltati, compresi e dove si possa trovare un accompagnamento per la gestione quotidiana della genitorialità, dal concepimento fino all’adolescenza. È un luogo in cui trovare risposte professionali e al tempo stesso umane ed empatiche ai problemi delle famiglie, ma anche un semplice luogo di ritrovo per scambiare esperienze e consigli su come vivere la realtà familiare giorno per giorno.





Che dite, il nome che ho scelto rende l'idea?

36 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page